Emergenza Affitti

L'affitto ai tempi del coronavirus

Emergenza Affitti
Emergenza Affitti
Emergenza Affitti

Come chiedere la riduzione dell'affitto di casa o dell'ufficio.

Una delle domande più comuni per chi vive in affitto o per chi ha un'attività è quella del pagamento degli affitti.

Gli inquilini si stanno chiedendo cosa e come fare per il  pagamento della quota mensile, mentre i proprietari si chiedono se riusciranno a riscuotre il  canone di locazione in questo periodo di difficoltà.

Poche ore fa sono arrivate (finalmente) indicazioni in merito: Riduzione delle spese di locazione.

Come si fa?

Prima cosa da fare per evitare di pagare le imposte sui canoni non riscossi, è necessario che l’accordo sia registrato entro 30 (trenta) giorni.

La riduzione è ammessa per tutti i contratti di locazione, sia per quelli ad uso abitativo sia per quelli ad uso commerciale. 

Non sono previste differenze in riferimento alla durata del contratto o al regime fiscale di tassazione ordinaria o cedolare secca.

Non sono previste spese di registrazione in quanto l’atto è esente da bollo come previsto dall’art. 10 del dl 133/2014.

Per ottenere la riduzione occorre compilare il Modulo 69 (scarica quiqui c'è una guida  (scarica qui) completa alla compilazione. 

L'accordo darà vantaggi anche per i proprietari, poiché con la  riduzione, non c’è il rischio di trovarsi a pagare imposte su canoni insoluti e si ritroverà a pagare imposte solamente sulla somma effettivamente riscossa e indicata sull’accordo.

Il modulo per l’accordo può essere inviato sia telematicamente sia consegnato alla riapertura degli uffici in quanto la circolare n° 8 dell’Agenzia delle Entrate ha previsto lo slittamento dei termini a causa del Coronavirus con riferimento anche alla registrazione degli atti.