Andrea Camilleri

Andrea camilleri scrittore e sceneggiatore italiano.

Andrea Camilleri
Andrea Camilleri
Andrea Camilleri

Andrea Calogero Camilleri nato a Porto Empedocle il 6 settembre 1925 e morto a Roma il 17 luglio 2019. E' stato indubbiamente uno degli scrittori italiani più importanti della letteratura contemporanea. Attraverso i suoi libri, la Sicilia e la lingua siciliana hanno ottenuto grande fama. Apprezzato in tutto il mondo è noto al grande pubblico grazie alle avventure del suo commissario Montalbano. Andrea Camilleri è stato attore nel film " la strategia della maschera" un film giallo dove lui era un vecchio archeologo. Non ha sempre scritto in siciliano, le sue prime opere letterarie le scrisse scrupolosamente con un linguaggio letterario italiano. Nel 2013 fu anche un fumetto nel giornale di Topolini in una storia ambientata in Sicilia dove Topolino aiutava Salvo Montalbano. Nel 2006 consegnò all'editore Sellerio " L'ultimo libro della saga del commissario Montalbano" con il finale della stotia chiedendo che fosse pubbliacato solo dopo la sua morte temeva l'Alzheimer scrisse la fine. Una curiosità i romanzi del Commissario Montalbano seguono delle regole precise di scrittura:

  • 18 capitoli di 10 pagine ogni pagina del computer era fatta di 23 righe
  • Un romanzo sta in 180 pagine
  • I racconti in 24 pagine o meglio 4 capitoli di 6 pagine ciascuno.

Se non sentiva quella metrica disse :" vuol dire che qualcosa non va". Scrisse poesie dall'età di venti anni e fece anche lo sceneggiatore per la RAI. Nel 2016 il suo centesimo libro " L'altro capo del filo" lo dovette dettare alla sua assistente a causa della sua cecità, non poteva più scrivere autonomamente. Uno scrittore di buon talento occupa un posto che non esisteva nella letteratura italiana offrendo libri di qualità Diceva che scriveva perrchè non sapeva fare altro, perchè amava restituire tutto quello che aveva letto. Pirandello era cugino della nonna di Camilleri che sembra abbia influenzato parecchio la scrittura di Camilleri. Ha sempre raccontato attraverso le sue storie le verità profonde di un paese martoriato.Posso concludere dicendo che se ne è andato un uomo di grande cultura e che ho letto sempre ogni suo libro dall'inizio alla fine senza mai lasciarlo.

Barbara D'Angelo