L'isola di Miyake-Jima

Un'isola vulcanica del Giappone Miyake-Jima

L'isola di Miyake-Jima
L'isola di Miyake-Jima
L'isola di Miyake-Jima
L'isola di Miyake-Jima
L'isola di Miyake-Jima

C'è un'isola a 180 chilometri a sud di Tokio dove vi abitano circa 3.000 persone è un'isola vulcanica dell'arcipelago di Izu nel mare delle Filippine a sei ore di traghetto e un'ora di aereo dalla capitale giapponese.  L'isola è costituita da un ampio e basso stratovulcanico basaltico che sorge a circa 1.100 metri dal fondale oceanico. E' un'isola tropicale con acque limpide in cui nuotare e terme dove rilassarsi. Nel 1983 il vulcano Oyama eruttò e parte dell'isola fu ricoperta da uno strao di roccia vulcanica, seppellì il quartiere più grande dell'isola, famosa anche pe ri suoi tanti uccelli selvatici. Il vulcano è sempre attivo e in occasione della serie di eruzioni più recenti ha prodotto fino a 20.000 tonnellate di gas sulfurei ogni giorno per due anni e l'isola rimase inaccessibile fino al 2005. Gli abitanti dell'isola, pur non essendo obbligati a indossare le maschere 24 ore al giorno, devono sempre averne una a portata di mano, nel caso le sirene del sistema di rilevamento iniziano a suonare non appena registrano una concentrazione di gas potenzialmente letali nell'aria.Il governo esegue controlli periodici della salute della popolazione, indipendentemente dai pericoli i residenti e i turisti sono in abbondanza. Le acque a largo dell'isola sono popolate da pesci tropicali dai colori vivaci e splendidi coralli, si possono fare immersioni subacquee, osservare i delfini e spiagge di sabbia nera. L'attività eruttiva da sempre inquieta ma molti ne sono anche affascinati, ma prima di visitare l'isola si consiglia un consulto medico e anche al ritorno per via dei gas liberati nell'aria dal vulcano che posso essere respirati .

Barbara D'Angelo